EYES WIDE SHUT

Varie



di Stanley Kubrick
Stati Uniti, Regno Unito 1999. 153 minuti.
(Lingua: Inglese Sottotitoli: Italiano)

Ultima opera del regista, tratta dal romanzo Doppio sogno di Arthur Schnitzler, uscì postuma negli Stati Uniti d’America il 16 luglio 1999 e fu presentata in anteprima europea alla 56ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il 1 settembre 1999. “C’è inoltre un romanzo di Arthur Schnitzler, Doppio sogno, che vorrei fare ma su cui non ho ancora cominciato a lavorare”. Così dichiarava Stanley Kubrick a Michel Ciment nel corso di un’intervista all’epoca dell’uscita di Arancia meccanica nel 1971. Il testo di Schnitzler, scoperto agli inizi degli anni cinquanta, l’aveva profondamente affascinato. “Esplora l’ambivalenza sessuale di un matrimonio felice e cerca di equiparare l’importanza dei sogni e degli ipotetici rapporti sessuali con la realtà”. Si dovrà attendere in realtà 25anni, le riprese di Eyes Wide Shut iniziano il 4 novembre del 1996 e si concludono il 3 febbraio 1998, il fatto di avere scelto come protagonisti due star come Tom Cruise e Nicole Kidman, ai tempi sposati anche nella realtà, nonché la sua morte improvvisa meno di una settimana dopo averne completato il montaggio, hanno fatto del suo ultimo film, prima ancora di essere visto, uno dei più chiacchierati e attesi della storia del cinema. Alla sua uscita il film suscita l’ormai scontata, come per ogni opera del regista a partire da 2001: Odissea nello spazio contrapposizione tra gli entusiasti e i detrattori, spartiti da una folta schiera di perplessi. Ancora una volta la critica e il pubblico si trovano al cospetto di un oggetto spiazzante, impervio, la cui mancata collocazione nell’ambito canonico di un genere di appartenenza non ne facilita l’avvicinamento.

Un film che richiede espressamente uno sguardo attento, ad occhi ‘spalancatamente’ aperti, un’opera postuma, definitiva, che resta tra tutte quelle di Kubrick una delle più sofisticate.

 Il film sarà introdotto da un preludio musicale.

Per conoscere la biografia del pianista clicca qui 

Pianoforte  Alberto Maggiolo

 

Oscar Peterson – Hymn to Freedom

 Wolfgang Amadeus Mozart – Lacrimosa dal Requiem K. 626 (trascr. per pianoforte di F. Liszt)

 György Ligeti – Musica ricercata nn. 3-4

 Dmitrij Šostakovič – Valzer dalla Jazz Suite n. 2 (arr. per pianoforte)

I commenti sono chiusi

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, archivio.teatrosocialecomo.it utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi